Quale attrezzatura serve per realizzare un corso online

Quale attrezzatura di base acquistare per registrare un corso? Come investire il proprio budget? Quali strumenti sono davvero essenziali? Come evitare spese non necessarie, sopratutto all’inizio? In questo articolo confronteremo 3 attrezzature diverse con 3 budget diversi per poter realizzare contenuti professionali: il primo da 150 €, il secondo da 600 € e il terzo da 1000 €.

26/03/2020

La strumentazione davvero essenziale per creare un video professionale che possa distinguerci dagli altri è composta da 4 elementi principali:  

  • Uno strumento per fare le riprese
  • Un treppiedi
  • Un microfono
  • Una luce adatta per questo tipo di contenuto

Analizziamo nello specifico i tre kit essenziali, con 3 budget diversi per registrare il nostro corso: il primo con il proprio smartphone, il secondo utilizzando una fotocamera compatta e il terzo usando una mirrorless con obiettivo intercambiabile.  

BUDGET DI BASE-150 €

Con questo importo ci affidiamo al nostro smartphone per effettuare le riprese, riuscendo comunque ad ottenere un risultato sorprendente. Non dimentichiamoci che i nostri smartphone sono dei gioielli di tecnologia e la maggior parte dei modelli riesce a registrare sia in FHD che in 4K. Ci occorrono un treppiedi, un adattatore per smartphone, un microfono a clip e un kit luci.  

  1. Treppiedi: serve per poter posizionare correttamente e in tutte le condizioni, la strumentazione per effettuare le riprese, in questo caso lo smartphone. Ci aiuta ad ottenere riprese stabili e ci consente di gestire professionalmente l’inquadratura. Un modello molto versatile, ben fatto ed economico è il Treppiede Reflex K&F Concept TM2324, costa meno di 70 € su Amazon e viene fornito in una pratica borsa. Una volta chiuso è molto compatto, ma una volta aperto può raggiungere i 156 cm di altezza e la sua testa a sfera permette di regolare l’inquadratura facilmente e con estrema precisione. La struttura è solida ed è in alluminio, utile la possibilità di utilizzarlo come Monopiede.  
  2. Il nostro smartphone a differenza delle camere non ha nessun aggancio per essere posizionato sul treppiede. Servirà quindi un supporto specifico per smartphone. L’adattatore IPOW, consente di agganciare tutti i modelli di smartphone e permette di tenerlo sia in orizzontale che in verticale senza dover intervenire sul treppiedi, semplice e affidabile costa meno di 10 euro su amazon
  3. L’utilizzo di un microfono dedicato permetterà di effettuare delle registrazioni che risulteranno professionali, ricordiamoci che l’audio vale il 50% dell’esperienza utente, possiamo avere un video non perfetto ma se l’audio sarà di qualità i nostri studenti ci perdoneranno, se invece abbiamo un video di qualità cinematografica ma l’audio è scadente i nostri studenti non saranno soddisfatti e faranno fatica a seguirci. La qualità audio è la prima caratteristica che separa un hobbista da un professionista. Consigliamo l'utilizzo di un microfono a clip, in quanto si può posizionare molto vicino alla sorgente sonora, permette di avere una registrazione chiara, con poco rumore ambientale e di ridurre il riverbero. Dopo aver provato tantissimi modelli economici, dopo averli messi a confronto con modelli professionali come Rode, Senheiser e Deity, abbiamo potuto verificare che il BOYA BY-M1, nonostante il nome possa lasciarci perplessi in prima battuta, ha un ottima resa. Si compra su amazon a meno di 20 €, viene fornito completo di clip, antivento, adattatore jack, custodia e alimentatore integrato per poter funzionare sia con gli smartphone che con pc, fotocamere e altri dispositivi. Nonostante la cifra ha una buona sensibilità ed un livello di rumore molto basso. Il cavo inoltre è molto lungo e ci permetterà di avere una discreta libertà durante le riprese.
  4. Luci: cercando in rete si trovano vari tutorial che indicano di utilizzare una configurazione a 3 luci, a volte a 2. Su Amazon si trovano infatti molti kit a 3 e a 2 luci. Per ottenere un video professionale basta in realtà una sola luce, purchè sia di qualità. Per scegliere la luce giusta occorre seguire le seguenti indicazioni, approfondiremo meglio il significato di ogni parametro in un articolo successivo.
    1. Colore della luce o temperatura colore: si misura in kelvin e dobbiamo scegliere una luce il più possibile simile a quella del sole, quindi attorno ai 5500 kelvin. Se questo numero scende avremo una luce più calda, se invece sale avremo una luce più fredda.
    2. Qualità del colore ovvero il CRI (color rendering index): deve essere il più alto possibile e comunque non inferiore a 90. Le luci professionali sono attorno a 95-97. Col nostro budget riusciremo ad acquistare un kit led HAVOX (HCL450) per meno di 40 €, che ci permette di avere una luce a 5500 kelvin, con CRI 93 e inoltre comprende un treppiedi, un diffusore o softbox, che ci perme di ottenere una luce molto delicata. La luce diffusa riduce i bordi delle ombre e soprattutto sul nostro volto riduce le imperfezioni, rendendoci più attraenti. Anche le nostre riprese appariranno più professionali.

Come promesso siamo rimasti sotto i 150 €.  

Possiamo vedere nel video sopra il risultato che abbiamo ottenuto. 

Per filmarci abbiamo volutamente utilizzato uno smartphone non di ultima generazione, un iPhone 7.  

Avete potuto vedere la resa è sorprendente considerando che costano solo 40 €. 

Se volessimo risparmiare ulteriormente, in alcuni casi, soprattutto quando si ha la possibilità di avere una scrivania o un mobile, potremmo sostituire il treppiedi indicato prima con un Manfrotto PIXI. Costa circa 25 €, super comodo, estremamente intuitivo da utilizzare e facile da spostare. Andremmo così a risparmiare altri 45 €.  

BUDGET 600 €

Per questo budget prevediamo l’acquisto di una fotocamera compatta. L’uso di un dispositivo dedicato ci permette di aumentare la nostra produttività durante le riprese, di non intasare la memoria del nostro smartphone e di avere un’obiettivo sicuramente superiore. Potremo inoltre beneficiare di un sensore ottico superiore che ci consentirà di avere colori, soprattuto della pelle, più realistici e riuscire a fare riprese di qualità anche con poca luce. Un’ottima fotocamera compatta che permette anche di registrare in 4k, con un obiettivo zoom leica dotato di apertura 1.4 è la Panasonic LX15. Si trova a meno di 450 € su Amazon e permette di ottenere risultati sorprendentemente professionali. 

A differenza della maggior parte delle compatte, la LX 15 permette di effettuare molte regolazioni manuali come sulle fotocamere professionali e inoltre ha un comodo flip screen di tipo touch. Questo è un dettaglio importante che ci permetterà di controllare l’inquadratura e fare tutte le regolazioni del caso anche da soli. 

Oltre alla compatta, ci servirà comunque il kit luce HAVOX, il treppiedi e il microfono. Invece non ci servirà più l’adattatore per lo smartphone, ma dovremo comprare una scheda di memoria. 64 gb sono più che sufficienti e con meno di 40 € su Amazon troviamo la SanDisk Extreme da 64 gb. 

Totale della spesa 620 €, superiamo di poco il budget. 

Una nota dovuta: le fotocamere compatte, soprattutto se inferiori ai 500 euro non dispongono di un ingresso audio a cui collegare il microfono esterno, dovremo quindi collegarlo al nostro smartphone che utilizzeremo come registratore vocale, sincronizzeremo poi l’audio acquisito automaticamente in post produzione. Questa soluzione ci permette però di muoverci più liberamente tenendo lo smartphone in tasca e non avendo più il problema del cavo. 

BUDGET € 1000

Incrementando il nostro budget di poco più di 300 € rispetto al precedente, al posto della fotocamera compatta riusciamo ad acquistare una mirrorless con obiettivo intercambiabile e ingresso audio. 

Su Amazon troviamo l’ottima Panasonic G80 in bundle con obiettivo 20 mm f 1,7 e scheda di memoria da 64 gb, il tutto a poco meno di 870 €. A cui aggiungeremo sempre il kit luce, il treppiedi e il microfono, portando il totale a 1000 € come promesso. Come per la compatta anche la g80 è dotata di flip screen di tipo touch. L’obiettivo della G80 è intercambiabile e dedicato ad un un uso professionale. inoltre su questo tipo di obiettivi è possibile attaccare dei filtri, alcuni molto utili quando si registra un corso, per esempio quando vogliamo rimuovere il riflesso della luce dagli occhiali. Questo tipo di fotocamera ha inoltre una serie di caratteristiche che la rendono più adatta ad un uso intensivo, è più robusta, il corpo è protetto da polvere e schizzi, prese e porte sono accessibili lateralmente alla macchina senza la necessità di toglierla dal treppiedi e ovviamente avendo obiettivi intercambiabili da la possibilità di utilizzare obiettivi specifici a supporto delle nostre necessità creative. 

Potreste risparmiare circa 100 € prendendo come obiettivo il lumix da 25 mm sempre f1.7, è un ottimo obiettivo ma dovrete mettere la fotocamera più lontana rispetto al 20 mm e soprattutto se vi registrate da soli questo complicherà molto le operazioni, soprattutto la messa a fuoco.  

Attenzione: su Amazon trovate il kit con lente zoom a 640 €, non fatevi tentare perchè quella lente non è ottimale per fare le riprese del nostro corso. quello scelto per la G80  risulta comunque di qualità superiore. 

Guardando il video sopra, possiamo notare subito che lo sfondo è ancora più sfuocato, c’è molta separazione tra il soggetto e l’ambiente circostante e i colori soprattutto della pelle sono più ricchi, sono meno piatti. E’ vero che sul colore si può intervenire in post produzione ma soprattutto all’inizio avere una ripresa che ha già degli ottimi colori è un grande vantaggio e riduce i tempi di produzione.  

In conclusione, sapendo usare bene gli strumenti a nostra disposizione possiamo ottenere risultati professionali in tutti e tre i casi, non è tanto l’attrezzatura che fa la differenza ma piuttosto come la usiamo.  

Utilizzare attrezzature più performanti e costose migliora certamente la qualità dei contenuti, apre a nuove possibilità creative e migliora la produttività, ma in generale non è il caso di esagerare con il budget, oltre ad una certa cifra i miglioramenti ottenibili saranno sempre meno percettibili.  

Se il nostro budget è più alto di 1000, allora è preferibile investire più che in camera in luci. Consiglio di acquistare la luce aputure 120 d mk2 che ha un color rendering index di 96, è supersilenziosa e permette regolazioni professionali. Per ottenere una luce soft che vi distingua da tutti gli altri acquistate insieme il diffusore apature lightdome 2. Facilissimo da montare, dalla resa incredibile e fondamentale per completare questo kit.  

Nei prossimi articoli vedremo assieme come abbiamo realizzato le riprese in questi esempi, vi spiegheremo quindi come posizionare il soggetto rispetto allo sfondo, come  illuminarlo e come utilizzare la fotocamera per ottenere il miglior risultato. 


Condividi

Perchè nasce questo blog?


Per dare risposte semplici e facilmente applicabili a tutte le persone interessate al mondo della formazione online, sia in modalità on-demand che live.


Di cosa parliamo?


Sono 3 le tematiche principali: tecnica, didattica e business.

Partiamo dall’attrezzatura necessaria per la produzione dei video e dal corretto uso degli strumenti, per realizzare dei contenuti professionali e di qualità. Scopriamo le tecniche per progettare percorsi didattici efficaci e di facile apprendimento, perchè insegnare online non è come insegnare in aula. Affrontiamo il percorso che porta sul mercato un contenuto formativo , approfondendone gli aspetti di business e marketing.


Perché seguirci?


Per avere sempre per primo contenuti freschi e aggiornati.






Cosa vorresti trovare nel blog?

ENTRA NEL MONDO DELLA FORMAZIONE

DGVERY

DGVERY℠ è una divisione

Centro Direzionale Milanofiori Palazzo Q5

Copyright © 2020. All Rights Reserved